Platea piena al teatro comunale per Note di Solidarietà, con la partecipazione di due cori davvero speciali. Nella prima parte si sono esibiti i piccoli del coro Mani Bianche del Veneto, proprio perché decorano le loro esibizioni con la Lingua dei segni italiana per integrare anche alcuni bambini con disabilità intellettive o percettive. Dopo di loro sono andati in scena il coro Arcobaleno di Limana, che al termine di una carrellata di canzoni ha regalato in anteprima l'inno “Insieme si può”, scritto dal noto paroliere Lodovico Saccol, all'omonima associazione, rappresentata in sala anche dal suo fondatore Piergiorgio Da Rold.


Buona anche la prima edizione di Volontariato in Piazza che ha visto occupate per tutta la giornata le piazze Duomo del Mercato a Belluno dai banchetti informativi di oltre sessanta associazioni provenienti da tutta la provincia e attive in ogni ambito, dall'assistenza sociale alla protezione ambientale e animale, dalle marginalità alla cultura e all'intrattenimento. Alle 11, grazie al simpatico trenino dei Dottor Clown, una piccola folla si è affacciata nelle stanze aperte della Casa del Volontariato dove erano in corso letture (a cura del gruppo Emergency, dei Caratteri Atipici e del progetto “Favolando” dell'Assi), un laboratorio della risata e un piccolo corso accelerato di giocoleria.

 

Saltato, per via del maltempo, il CM Aido Festival, la manifestazione è terminata attorno alle 17.30, poco prima che ricominciasse a gocciolare. La sera ultimo appuntamento a teatro con l'irriverente spettacolo “Casa de Tábua” di André Casaca e Irene Michaidilis, la narrazione onirica di un sogno accompagnato dalla musica.


«Sono orgoglioso e soddisfatto per come è andata la nostra Festa e per l'entusiasmo che ho colto fra le associazioni per essersi ritrovate assieme», esclama il direttore del Csv Nevio Meneguz. «Tendiamo a dare per scontato che il volontariato c’è e agisce, ma ci vogliono più momenti di socializzazione e partecipazione, non per autocelebrarsi ma per condividere, per conoscersi e far conoscere alla comunità quanti volontari sono impegnati nei settori più disparati. Non mi sento che ringraziare lo staff, i collaboratori del Csv e i volontari che per mesi hanno preparato questo evento. La collaborazione del Comune, dell’Ascom e del Circolo fotografico bellunese è stata davvero ottima. È stato un momento convinto di crescita per tutti e speriamo di crearne presto altri in futuro».


«Sono stati dei momenti meravigliosi, non solo per la grande partecipazione, ma soprattutto per l’intensità con cui le persone ci hanno affiancato», aggiunge il presidente Giorgio Zampieri, «la serata teatrale è stata bella e ha dato a chi era presente momenti di serenità. Questo è il significato più profondo di quel che volevamo ottenere: coinvolgere la cittadinanza, a cui abbiamo voluto dedicare queste due giornate, grati per il sostegno sempre datoci in tutti questi anni, non solo sostenendo le nostre iniziative, ma rendendosi partecipi delle proposte fatte. Un grazie sincero a chi ha voluto dimostrare la propria vicinanza». La mostra fotografica diffusa “I Volti del Volontariato”, realizzata in collaborazione con circolo fotografico Mario De Biasi, è visitabile fino a domenica in una decina di locali del centro città.


Prossimi eventi

Settembre 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
31 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 1 2 3 4


CsvInforma

Scarica il CsvInforma nel nuovo pratico formato disponibile online: lo puoi fare comodamente dal tuo pc o dal tuo smartphone!

LEGGI >

Volontario anche tu!

Il programma "Csv... volontario anche tu!" vuole diffondere tra i giovani dai 16 ai 20 anni la cultura del volontariato.

SCOPRI >

Laboratorio Inquadrati

Scopri come organizzare laboratori di ripresa e montaggio video, di grafica e animazione. Puoi avere un incontro, proporre un progetto e chiedere un preventivo.

CONTINUA >

Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un servizio fondamentale per proteggere gli interessi (economici, sanitari, giuridici) delle persone fragili.

LEGGI >