14-07-2020 - Il giovane Daniele Riccardi ci racconta la sua esperienza nel progetto di volontariato short term ad Ankara (Turchia) dal titolo “Let's make it with sport”, finanziato dal programma Erasmus+, ospite dell'associazione Genç gi̇ri̇şi̇m eği̇ti̇m gençlik ve spor kulübü derneği̇.

 

Fare volontariato è una delle esperienze che ti porta più grandi soddisfazioni!

Nel mio caso, durante il mio volontariato ad Ankara con il Corpo Europeo di Solidarietà, ho notato che prendere parte ad attività che prima non pensavi fossero adatte a te, ti rende più consapevole delle tue abilità; inoltre ti dà una carica che ti fa sentire soddisfatto di quel che fai!

Lavorando con i bambini in attività sportive, le soddisfazioni che puoi trarne sono molto varie: il sorriso che un bambino ti regala a seguito di un esercizio ben riuscito vale più di mille altre cose. Ovviamente i bambini sono sempre carichi di energia e, nel momento in cui tu pensi che puoi riposarti o fare una pausa, loro ti travolgono con la loro semplicità e passione. Con i bambini le barriere linguistiche sembrano non esistere in quanto ti capiscono al volo con dei semplici gesti. Certamente alcune volte non mancano dei momenti in cui né tu né i bambini capite di cosa state parlando e così entrambe le parti scoppiano a ridere. La risata diviene una risposta a quel che non si capisce a causa delle barriere linguistiche.

Tuttavia le attività, a cui sto prendendo parte durante questa esperienza di volontariato, non comprendono solo attività con bambini, ma anche supporto alle lezioni di inglese in una scuola superiore locale. E qui le cose si complicano, in quanto i teenager rispetto ai bambini cercano di capirti in maniera logica. Delle volte non capendoci a vicenda, entrambe le parti entrano in un silenzio che quasi sembra essere strano, surreale. Tuttavia alla fine, così come accade con i bambini, anche con loro si trova sempre il giusto metodo per comunicare nonostante le barriere linguistiche. Alcune volte, mi sono ritrovato a dover spiegare una cosa che volevo dire tramite l’uso di gesti, e devo dire che ha funzionato bene.

Ma l’esperienza di volontariato non consiste solo nel prendere parte a nuove attività. C’è una parte che credo sia molto importante che è quella dell’adattamento in un nuovo contesto. Personalmente, vivendo ad Ankara, mi sono perso tante di quelle volte - prendendo autobus sbagliati, andando in direzioni errate - che ho scoperto parti della città che prima non conoscevo per niente.

Nel complesso, ritrovarsi a fare volontariato all’estero ha tanti lati positivi che spaziano dalla crescita personale alle soddisfazioni nel raggiungimento di obiettivi che magari, facendo volontariato nella nazione dove sei nato e cresciuto, potresti dare per scontati.

Avere un forte spirito di iniziativa e di adattamento alle diverse situazioni aiuta molto a superare sia le barriere culturali che linguistiche. Immergersi a 360 gradi in una cultura diversa dalla tua ti porta tanti vantaggi e ti rende più aperto alle differenze!

 

Daniele Riccardi


Prossimi eventi

Agosto 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31 1 2 3 4 5 6


CsvInforma

Scarica il CsvInforma nel nuovo pratico formato disponibile online: lo puoi fare comodamente dal tuo pc o dal tuo smartphone!

LEGGI >

Volontario anche tu!

Il programma "Csv... volontario anche tu!" vuole diffondere tra i giovani dai 16 ai 20 anni la cultura del volontariato.

SCOPRI >

Laboratorio Inquadrati

Scopri come organizzare laboratori di ripresa e montaggio video, di grafica e animazione. Puoi avere un incontro, proporre un progetto e chiedere un preventivo.

CONTINUA >

Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un servizio fondamentale per proteggere gli interessi (economici, sanitari, giuridici) delle persone fragili.

LEGGI >