01-10-2020 - S’intitola “Lavor-Attivi” ed è un progetto realizzato dalla Cooperativa sociale Portaperta con il contributo della Fondazione Cariverona all’interno del bando “Servizi di Prossimità 2019”. Tra i partner figura anche il Comitato d’intesa di Belluno, al fianco di Ulss 1 Dolomiti, Azienda feltrina per i servizi alla persona, Veneto Lavoro, Consorzio Sviluppo e Innovazione.

«Obiettivo - spiega la referente del progetto Lucia Zago - è quello di creare una rete di imprese, enti, associazioni, scuole del territorio, sensibilizzati e disponibili ad accogliere giovani per esperienze di lavoro e/o formazione. Lavor-Attivi prevede pertanto l’attivazione e l’inserimento di giovani, tra i 16 e i 21 anni, in situazioni di svantaggio sociale e/o dispersione scolastica all’interno di questa rete, in modo da favorire un loro primo ingresso nel mondo del lavoro».

Interessanti i risultati già raggiunti: al momento sono 8 i ragazzi coinvolti (su 11 segnalati): di questi, 5 usufruiscono delle borse lavoro bimensili a carico di Portaperta, 3 delle borse sempre bimensile a carico delle aziende coinvolte. Ancora, per 3 di essi i progetti individualizzati si sono trasformati in assunzioni (1 con contratto, 2 in attesa).

Come funziona: le segnalazioni avvengono in parte dai servizi sociali dell’Ulss 1 Dolomiti, in parte dalla comunità educative residenziali e semi-residenziali; i ragazzi accedono a un percorso che prevede, come prima fase, colloqui conoscitivi per valutarne competenze e aspirazioni. Portaperta fa da tramite tra il giovane e la rete di aziende, supportando il ragazzo nella stesura del curriculum vitae e accompagnandolo in ogni fase del progetto (colloquio, monitoraggio in itinere, valutazione finale).

Purtroppo il periodo di emergenza sanitaria e di lockdown ha comportato la sospensione del progetto, decollato operativamente a febbraio. Ma in questo periodo si sono comunque preparate le basi per la riapertura, ragionando sulla riattivazione del servizio. Anche se a giugno le aziende erano titubanti nell’accogliere i ragazzi, mancando chiarezza sulle linee da seguire in materia sanitaria, ciò nonostante i ragazzi hanno prontamente steso e portato i curricula nelle aziende.

Ecco, dunque, le aziende che hanno aderito al progetto, cogliendone la potenzialità: autofficina Moretto di Fonzaso, Falegnameria Dalla Corte di Pian del Vescovo, Vecchio Molino di Seren del Grappa, Gruppo Unicomm con i due supermercati Famila di Feltre, ristorante Al Molin di Alano di Piave, Birreria Pedavena.

«L’idea – prosegue Lucia Zago – è quella di estendere il progetto anche al territorio bellunese, nel capoluogo e in zone limitrofe, coinvolgendo anche assistenti sociali, operatori del settore locali e associazioni di categoria. Vi sono ancora 4 borse di studio a disposizione, 3 per le durata di due mesi, 1 per la durata di un mese. Il progetto si concluderà a settembre 2021».

Per informazioni: Lucia Zago, progetto.lavorattivi@portaperta.it


Prossimi eventi

Novembre 2021
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 1 2 3 4 5


CsvInforma

Scarica il CsvInforma nel nuovo pratico formato disponibile online: lo puoi fare comodamente dal tuo pc o dal tuo smartphone!

LEGGI >

Volontario anche tu!

Il programma "Csv... volontario anche tu!" vuole diffondere tra i giovani dai 16 ai 20 anni la cultura del volontariato.

SCOPRI >

Laboratorio Inquadrati

Scopri come organizzare laboratori di ripresa e montaggio video, di grafica e animazione. Puoi avere un incontro, proporre un progetto e chiedere un preventivo.

CONTINUA >

Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un servizio fondamentale per proteggere gli interessi (economici, sanitari, giuridici) delle persone fragili.

LEGGI >