È nata in sordina come molte associazioni della provincia appena 3 mesi fa, ma “La mongolfiera di Giorgia” si propone di fare già grandi cose, preoccupandosi della felicità dei giovani che vivono con difficoltà la loro disabilità o malattia, anche temporanea. Per questo è stato ideato e pubblicato il bando per sostenere progetti con cui favorire il miglioramento della qualità di vita di questi ragazzi che vivono in condizione di disagio psicofisico.

 

I progetti da proporre possono essere i più disparati, dall'acquisto di computer, libri, impianti radiotelevisivi elettronici alla partecipazione a corsi di yoga, pittura, canto, fino all'organizzazione di viaggi, partecipazione a concerti o a manifestazioni sportive, insomma qualunque possa essere il desiderio che, esaudito, possa regalare a uno o più giovani un po’ di sollievo durante il suo percorso di malattia.

 

Nel sito dell'associazione è possibile leggere il testo integrale del bando e scaricare il modulo per chiedere un contributo. Il termine per la presentazione della propria proposta di “sollievo” è fissato al 10 dicembre 2018.

 

LA MONGOLFIERA DI GIORGIA

L’associazione "La Mongolfiera di Giorgia" nasce dalla volontà di mamma Ivana, nonna Maria e zia Federica per ricordare Giorgia Praloran, mancata nell’ottobre del 2016 per colpa del glioblastoma multiforme, una forma molto aggressiva di tumore al cervello. Al momento della diagnosi Giorgia aveva da poco compiuto 18 anni e in 13 mesi se n'è andata. Era studentessa al liceo scientifico Galilei di Belluno e adorava lo yoga, la lettura, i viaggi, i colori, la musica, i piercing e appunto le mongolfiere. Il periodo della malattia è stato difficile anche perché, nonostante la maggiore età, il suo percorso ha messo in luce le difficoltà che affrontano gli adolescenti a trovare una propria collocazione nelle strutture pediatriche, non essendo più bambini che trovano sollievo anche nei giochi, pur non essendo ancora adulti.

 

L'associazione ha come obiettivo proprio quello di offrire agli adolescenti che vivono una condizione di disagio connessa a malattie o situazioni psicofisiche invalidanti l’opportunità di esaudire un desiderio che porti loro un po’ di leggerezza. La Mongolfiera si impegna ad aiutare i ragazzi a concretizzare un loro sogno offrendo contributi a fondo perduto, anche impegnandosi direttamente all’acquisito dove possibile. L'associazione è rappresentata da Ivana Turrin (presidente), Federica Turrin (vicepresidente), Manuela Francescon (segretaria e tesoriere) e Maria Villabruna, Cristina Sanvido, Germana Da Re, Danya Ferrazzi (consiglieri).



CsvInforma

Sfoglia, stampa e condividi il CsvInforma: lo puoi fare comodamente dal tuo pc o dal tuo smartphone!

Disponibile dal 2020.

Volontario anche tu!

Il programma "Csv... volontario anche tu!" vuole diffondere tra i giovani dai 16 ai 20 anni la cultura del volontariato.

SCOPRI >

Laboratorio Inquadrati

Scopri come organizzare laboratori di ripresa e montaggio video, di grafica e animazione. Puoi avere un incontro, proporre un progetto e chiedere un preventivo.

CONTINUA >

Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un servizio fondamentale per proteggere gli interessi (economici, sanitari, giuridici) delle persone fragili.

LEGGI >