Le leggi n. 476 del 19 novembre 1987 (Nuova disciplina del sostegno alle attività di promozione sociale e contributi alle associazioni combattentistiche) e n. 438 del 15 dicembre 1998 (Contributo statale a favore delle associazioni nazionali di promozione sociale) prevedono la concessione di un contributo in favore di due tipologie di associazioni.

 

Associazioni cosiddette “storiche” quali:
  •   U.I.C. – Unione Italiana Ciechi,
  •   U.N.M.S. – Unione Nazionale mutilati ed invalidi per servizio,
  •    A.N.M.I.L – Associazione nazionale mutilati ed invalidi per lavoro,
  •    A.N.M.I.C – Associazione nazionale mutilati ed invalidi civili, 
  •   E.N.S. – Ente nazionale per la protezione e l’assistenza dei sordomuti
 
Associazioni cosiddette “non storiche” che promuovano l’integrale attuazione dei diritti costituzionali concernenti l’uguaglianza di dignità e di opportunità e la lotta contro ogni forma di discriminazione nei confronti dei cittadini che, per cause di età, di deficit psichici, fisici o funzionali o di specifiche condizioni socio economiche siano in condizione di marginalità sociale.
 
 
Requisiti di ammissibilità:
  1. requisito dimensionale: le attività usualmente svolte dal soggetto devono essere a diffusione nazionale, in particolare si richiede che l'associazione sia diffusa nell'ambito del territorio di almeno 10 regioni con sedi operanti da oltre 3 anni consecutivi alla data della presentazione della domanda;
  2. requisito della democraticità: l'ente deve operare con la più ampia partecipazione diretta degli associati ed in modo da garantire la presenza delle minoranze nelle decisioni.

La legge 476/1987 prevede tuttavia che possano essere ammessi a contributo anche i soggetti aventi sede unica o sedi in meno di 10 regioni, a condizione che l'attività svolta da detti soggetti sia riconosciuta di " evidente funzione sociale" a norma dell'art. 2, comma 2, come modificato dall'art. 2, comma 1, lett. a) della legge 438/1998.

Documentazione da allegare alla richiesta di contributo:

  • programma delle attività;
  • copia dello statuto;
  • copia del bilancio preventivo;
  • copia del bilancio consuntivo;
  • attestazione circa disponibilità o meno, di personale statale non a carico del bilancio sociale;
  • relazione attività svolte nell'anno precedente la domanda;
  • dichiarazione del legale rappresentante che attesti numero e sedi e numero associati;
Scadenza presentazione delle domande:
Allo scopo di chiarire le modalità e i tempi di presentazione delle domande, vengono emanate annualmente apposite linee guida, corredate da fac-simile di domanda.
 
Le domande di contributo, compilate utilizzando il fac-simile di domanda allegato alle suddette linee guida e corredate dalla documentazione necessaria, devono essere inviate improrogabilmente entro il 31 marzo 2009, al seguente indirizzo:
 
Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali
Direzione Generale per il Volontariato, l’Associazionismo e le Formazioni Sociali – Div. II
Pal. C – II piano
Via Fornivo 8 – 00192 Roma
 


CsvInforma

Sfoglia, stampa e condividi il CsvInforma: lo puoi fare comodamente dal tuo pc o dal tuo smartphone!

Disponibile dal 2020.

Volontario anche tu!

Il programma "Csv... volontario anche tu!" vuole diffondere tra i giovani dai 16 ai 20 anni la cultura del volontariato.

SCOPRI >

Laboratorio Inquadrati

Scopri come organizzare laboratori di ripresa e montaggio video, di grafica e animazione. Puoi avere un incontro, proporre un progetto e chiedere un preventivo.

CONTINUA >

Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un servizio fondamentale per proteggere gli interessi (economici, sanitari, giuridici) delle persone fragili.

LEGGI >