L'ente gestore del Csv è il COMITATO D'INTESA

Logo Comitato d Intesa 2012

tra le Associazioni volontaristiche della provincia di Belluno

Il Comitato d'Intesa tra le associazioni volontaristiche della provincia di Belluno, ente gestore del Centro di Servizio per il Volontariato di Belluno, viene costituito a Belluno l'11 febbraio del 1977 per volontà di 9 associazioni (Abvs, Aido, Anffas, Anmic, Ens, gruppo volontari handicappati, San Vincenzo De Paoli, Uic e Uildm), con lo scopo di coordinare le attività delle associazioni aderenti con azioni di cooperazione e solidarietà reciproca. Dal 1987 è iscritto al registro regionale delle organizzazioni di volontariato.

Il Comitato d'Intesa raggruppa a tutt'oggi oltre 170 associazioni di volontariato operanti nel settore della valorizzazione e assistenza della persona, socio sanitario, di soccorso e protezione civile. Dal punto di vista organizzativo, ciascuna associazione è autonoma nella programmazione delle attività, così come lo stesso Comitato d'Intesa. Al di là delle iniziative svolte in collaborazione e sintonia con le altre associazioni, il Comitato persegue i propri scopi statutari organizzando iniziative sia di sensibilizzazione dell'opinione pubblica e promozione sociale, sia di formazione di operatori e volontari nei settori della solidarietà sociale e dell'handicap, nonché di aiuto morale ed economico nei confronti delle fasce di emarginazione.


 Un coordinamento come quello del Comitato d'Intesa ha vari scopi:

  • Permettere il dialogo ed il confronto propositivo tra le organizzazioni;
  • Attivare la circolazione delle informazioni sulle attività e sulle iniziative realizzate o in via di realizzazione;
  • Coordinare particolari manifestazioni;
  • Formulare richieste di aiuto e cooperazione alle altre realtà;
  • Essere di riferimento per le istituzioni pubbliche e private del territorio provinciale ed esercitare una maggior pressione sulle istituzioni per garantire l'attuazione di iniziative a favore delle fasce più deboli;
  • Promuovere iniziative di solidarietà e linee guida di intervento;
  • Accrescere la cultura della solidarietà;
  • Sensibilizzare l'opinone pubblica e gli amministratori sui problemi dell'esclusione sociale (disabilità, etilismo, tossicodipendenza, emigrazione, immigrazione, emarginazione in genere).

Le attività del Comitato d'Intesa sono rivolte essenzialmente ad intervenire sugli aspetti riguardanti il settore sociale, per aiutare le fasce più deboli ad inserirsi nella società, adoperandosi su tutto il territorio provinciale per promuovere una rete di servizi polivalenti di riabilitazione medica ed integrazione sociale.

Tra le tante altre attività in cui il Comitato d'Intesa si è impegnato in questi anni, anche con la collaborazione e la partecipazione delle associazioni aderenti, si citano qui di seguito le principali:

  • Stimolo di un dialogo costruttivo con le amministrazioni pubbliche per realizzare sul territorio bellunese idonee strutture di accoglienza e assistenza di persone con disabilità fisica e psichica, e loro familiari;

  • Attivazione di proposte innovative per fornire una risposta concreta a bisogni emersi dalle categorie più svantaggiate della comunità;

  • Promozione dell'inserimento scolastico degli alunni con disabilità intellettiva e psichica (insieme con le Ulss del territorio, la Provincia ed il Provveditorato agli Studi);

  • Partecipazione ai lavori di varie commissioni, consulte, gruppi di lavoro non solo locali ma anche regionali, che affrontano e studiano problemi specifici riguardanti l'esclusione sociale;

  • Collaborazione con l'ufficio informazioni Accessibilità e Ausili della provincia e del centro studi Prisma, affinché enti locali, organismi privati, altre istituzioni e i singoli cittadini abbiano a disposizione idonei mezzi opportunamente adattati al trasporto di persone con ridotta mobilità;

  • Realizzazione di trasmissioni, articoli, indagini periodiche di approfondimento e conoscenza delle singole associazioni aderenti o su tematiche specifiche e che interessano il mondo del volontariato in collaborazione con i mass media locali;

  • Proposizione di specifici corsi di formazione per i volontari della provincia di Belluno, al fine di dare una informazione vasta e capillare a tutti i volontari impegnati nel settore socio sanitario e di valorizzazione e assistenza alla persona;

  • Sensibilizzazione dell'opinione pubblica sui problemi dell'esclusione sociale (disabilità, alcolismo, tossicodipendenza, emarginazione, ecc.) e del volontariato in genere. Alcune di queste sono ormai diventate un appuntamento annuale per il volontariato provinciale (es. Festa Al Borgo, Pasqua dei Bocciofili, ecc);

  • Collaborazione con altre associazioni (dello sport, cultura, tempo libero, ecc.) e organismi vari (artigiani, commercianti, comitati, ecc.) al fine di inserire nelle loro abituali manifestazioni, momenti di sensibilizzazione, di riflessione o di integrazione.


SERVIZI

  • Attività di informazione, documentazione, orientamento e dati sulle attività di volontariato non solo locale;

In carenza di un servizio pubblico specifico e di mezzi pubblici idoneamente attrezzati al trasporto di persone con ridotta mobilità, il Comitato d'Intesa effettua dal 1979 un servizio di trasporto per disabili e anziani di tutta la provincia interamente gratuito, nella convinzione che il diritto alla mobilità è uno dei presupposti per l'integrazione sociale delle persone disabili. Questa attività oltre alla gestione del servizio, comprende la ricerca e l'acquisizione dei mezzi, il loro funzionamento, la formazione del personale volontario e degli obiettori di coscienza in servizio civile che li utilizza. Da circa due anni, con una idonea convenzione con il Comune di Belluno, é stato attivato un servizio di trasporto a chiamata per le persone anziane e disabili del territorio comunale sprovvisti di mezzi propri.

  • Aiuto economico alle associazioni aderenti o singoli cittadini in caso di necessità particolari;

  • Prestito di ausili tecnici per persone con disabilità (carrozzine, sollevatori, ecc.);

  • Attività di orientamento ai servizi più appropriati che possano interessare le attività di volontariato sia a livello locale, regionale, nazionale e internazionale;

  • Supporto logistico, postale, telefonico e di servizi all piccole associazioni;

  • Aiuto economico alle associazioni o singoli cittadini in difficoltà;

  • Aiuti umanitari in Italia (alluvione del Piemonte, terremoto delle Marche ed Umbria, ecc.), o all’estero (Croazia, Bosnia-Herzegovina, Romania, Repubblica serbo-bosniaca di Pale, Kosovo, ecc.), in collaborazione con enti pubblici, privati e altre organizzazioni di volontariato;

  • Gestione "Casa Tua";

  • Gestione Fondo provinciale di Solidarietà;

  • Gestione Centro di Servizio per il Volontariato.


ASSEMBLEA DELLE ASSOCIAZIONI ADERENTI

Al fine di favorire il dialogo e il confronto delle idee con e tra le associazioni, ma anche con le stesse istituzioni, 2 volte all'anno viene indetta un'assemblea delle associazioni aderenti, quale occasione per discutere sia tra le organizzazioni sia, in casi particolari, con gli amministratori pubblici, le tematiche di attualità sociale e proporre azioni di intervento congiunte. L'Assemblea è anche l'occasione per conoscere le altre realtà di volontariato della provincia che si presentano e fanno conoscere le loro attività e i loro programmi.

 

Il Comitato d'Intesa, grazie anche all'attività delle associazioni aderenti, è diventato punto di riferimento per le realtà locali, non tanto per i servizi che offre, quanto per aver promosso un nuovo modello di intervento nel settore sociale, che va al di là dell'approccio settoriale, fonte di scollamenti e di barriere nella comunicazione tra i servizi, introducendo modelli operativi, protocolli di lavoro, professionalità adeguate, nel tentativo di valorizzare le strutture e le risorse a disposizione sul territorio bellunese.

Pin It

Novembre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

Volontariando

Volontariando

Vuoi fare volontariato?
Stai cercando volontari?

 

PROSEGUI >

Banca dati

Banca dati

Vuoi trovare l'associazione giusta per te?

 

CERCA >

CSVlog

CSVlog

Csvlog Belluno è il video-blog del Csv, da gennaio 2017 anche rubrica di Telebelluno Dolomiti

 

GUARDA >

Newsletter

CsvInforma

CsvInforma

È uscito il "CsvInforma" di luglio 2017!

 

LEGGI >

Csv... volontario anche tu!

Csv... volontario anche tu!

Hai tra i 12 ai 18 anni e vuoi mettere le tue qualità a disposizione degli altri? Allora All you need is vol!

 

SCOPRI >

Multimedia gallery

Multimedia gallery

Ecco le foto e i video del mondo del volontariato bellunese!

 

GUARDA >

Aiuta il Comitato!

Aiuta il Comitato!

Il Comitato d'Intesa può continuare a dare servizi e diffondere i valori del volontariato con donazioni, liberalità e lasciti

 

SOSTIENI >


Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un progetto provinciale per sostenere e consolidare la diffusione della figura di protezione giuridica introdotta dalla legge di riforma del Codice Civile n. 6 del gennaio 2004

 

Continua >

Sportello Sicurezza

Per aiutare le associazioni ad adeguarsi alla normativa, il Csv mette a disposizione delle associazioni lo Sportello di consulenza in materia di Sicurezza, sul lavoro e nel volontariato

 

Continua >

Csv... volontario anche tu!

"Csv... volontario anche tu!" vuole avvicinare i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 18 anni al mondo del volontariato promuovendo la partecipazione alla cittadinanza attiva e responsabile. Il progetto si svolge durante tutto l'anno.

 

Continua >

Laboratorio Inquadrati

Il laboratorio "Inquadrati" è un progetto di educazione all'immagine nato nel 2008, che negli anni si è dotato di un piccolo studio di produzione video con camcorder Hdv, postazione e programma di montaggio. Oggi si occupa di realizzare i Csvlog

 

Continua >