CSVnet 250

Nato l'11 gennaio 2003 per raccogliere, dare continuità e rafforzare l'esperienza del Collegamento Nazionale dei Centri di Servizio, costituito nel 1999.

 

Ad oggi CSVnet riunisce e rappresenta oltre il 90 per cento dei Centri di Servizio per il Volontariato presenti in Italia, che ora si stanno riorganizzando in funzione della Riforma del Terzo settore (il numero scenderà da 78 a presumibilmente 42).

 

CSVnet si ispira ai principi di solidarietà, democrazia e pluralismo e alla Carta dei valori del volontariato e ha fatto propri i principi espressi dalla Carta della rappresentanza.


La sua azione si propone di rafforzare la collaborazione, lo scambio di esperienze, di competenze e di servizi fra i Csv, per meglio realizzarne le finalità istituzionali, nel rispetto della loro autonomia. È uno strumento di collaborazione e confronto permanente per le tematiche di impegno dei Csv. Fornisce servizi di formazione, consulenza, sostegno e accompagnamento ai CSV soci.

Il consiglio direttivo svolge la funzione di gestione e realizzazione degli orientamenti generali indicati dall'assemblea di CSVnet. Tra i componenti ci sono Emanuele Alecci di Padova e Lamberto Cavallari di Rovigo oltre a Chiara Tommasini in quota nazionale.

 

 

ALLEGATI

Coordinamento regionale degli enti gestori dei Csv del Veneto

Protocollo d'Intesa del Collegamento regionale dei Csv del Veneto

Riconoscimento statuto del Coordinamento regionale Veneto



CsvInforma

Sfoglia, stampa e condividi il CsvInforma: lo puoi fare comodamente dal tuo pc o dal tuo smartphone!

SFOGLIA >

Volontario anche tu!

Il programma "Csv... volontario anche tu!" vuole diffondere tra i giovani dai 12 ai 18 anni la cultura del volontariato.

SCOPRI >

Laboratorio Inquadrati

Scopri come organizzare laboratori di ripresa e montaggio video, di grafica e animazione. Puoi avere un incontro, proporre un progetto e chiedere un preventivo.

CONTINUA >

Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un servizio fondamentale per proteggere gli interessi (economici, sanitari, giuridici) delle persone fragili.

LEGGI >