16 Luglio 2004

Tavoli territoriali contro il caldo
Una rete pronta a intervenire in difesa delle fasce deboli

Belluno 15 luglio 2004 _ In previsione di una eventuale ondata di caldo come quella della scorsa estate, la Regione del Veneto e il Ministero della Salute hanno chiesto che vengano istituiti dei "tavoli territoriali" di lavoro e di raccordo per approntare idonee misure di intervento da attivarsi nei confronti delle fasce più deboli e più esposte della popolazione. Sebbene la collocazione montana del nostro territorio non ha determinato finora nessun problema ascrivibile all’effetto caldo, da parte delle due Usl e conferenze dei sindaci provinciali sono stati ugualmente predisposti dei piani operativi che prevedono l’attivazione di un circuito di comunicazione tra tutti gli operatori della rete dei servizi, a partire dal presidio territoriale garantito dai medici di base ai quali viene chiesto di intensificare l’attività di controllo con particolare riferimento ai soggetti più a rischio, soprattutto laddove siano note le situazioni di maggior isolamento e solitudine. Sono inoltre coinvolti gli operatori di assistenza domiciliare integrata ed i responsabili delle case di riposo. Per far fronte a possibili casi di urgenza sarà poi possibile il ricorso a ricoveri temporanei nelle case di riposo che potranno attivare anche degli accoglimenti temporanei diurni.

In occasione della riunione di presentazione dell’iniziativa, ai diversi operatori sociosanitari sono è stato fornito l’elenco delle organizzazioni di volontariato che operano nella nostra provincia a favore degli anziani che potranno essere contattate per quei servizi ed attività pertinenti al ruolo del volontariato: segnalare casi a rischio, fungere da "antenna", intervenire per piccoli servizi, ma indispensabili, quali la compagnia, piccoli aiuti, accompagnamenti e trasporti. L’iniziativa, al di là dell’eventuale "emergenza" caldo, sembra importante per avviare un’attività di monitoraggio e controllo sociale che veda operare in rete (e quindi conoscersi), i servizi a favore della persona della provincia di Belluno. .

Numeri d telefono utili: numero verde regionale "Famiglia sicura": 800 462 340; per le emergenze reali: 118; per segnalare casi il più vicino medico di base.

15 Luglio 2004

A Jesolo la 3^ edizione del Forum dei giovani

Dal 9 al 12 settembre migliaia di ragazzi riuniti al villaggio Marzotto

La terza edizione del Forum dei giovani si terrà a Jesolo dal 9 al 12 settembre. Il Forum è promosso dall’assessorato regionale al volontariato attraverso il coordinamento dell'Osservatorio regionale permanente sulla condizione giovanile, e che si rivolge a voi giovani per costruire insieme la storia delle politiche giovanili del Veneto. Il Forum 2004 prosegue il percorso intrapreso nelle altre due edizioni del forum, ovvero i temi della partecipazione e della cittadinanza attiva, proponendo un evento che vuole essere occasione per sperimentare "esercizi di democrazia partecipativa".

Un'autentica partecipazione, vissuta innanzitutto nei propri ambienti di vita, non può accontentarsi di occasioni generiche, ma richiede di avere a disposizione specifici strumenti. E' con questo obiettivo che quest'anno a Jesolo saranno collaudate alcune innovative modalità di partecipazione.

Il Forum, nelle tre giornate, si articolerà con incontri in plenaria, sperimentazione di strumenti di partecipazione (sondaggio deliberativo, consensus conference), lavori di gruppi e concerti. Possono iscriversi giovani di età compresa tra i 18 e i 29 anni.

Scarica da qui la scheda di pre iscrizione

Per informazioni: Osservatorio regionale permanente sulla condizione giovanile, via Bagnols sur Cèze, 3 - 32032 Feltre. Telefono: 0439-883518 fax: 0439-883519.

11 Luglio 2004
Link ai siti di normative sul settore nonprofit


La Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana
www. gazzettaufficiale.it

08 Luglio 2004

Oltre 225 mila euro per le associazioni

Il Csv finanzia i progetti del volontariato. Pubblicati i bandi per l’anno 2004

Oltre 225 mila euro per i progetti delle associazioni. A tanto ammonta la cifra messa a disposizione per il 2004 dal Centro di servizio per il volontariato per le associazioni bellunesi iscritte al registro regionale. Le domande dovranno essere presentate al Csv entro il 30 settembre da organizzazioni che intendono operare in campo sociale o in quello della formazione. Non viene però esclusa la possibilità di presentare, da parte della stessa associazione, progetti differenti in ciascuno dei due ambiti.

I requisiti per l’ammissione al contributo sono descritti nei bandi pubblicati da qualche giorno. Riguardano la localizzazione territoriale degli interventi previsti, l’urgenza rispetto a bisogni riscontrati, l’innovatività delle proposte, la collaborazione con altre associazioni o enti, la prevalente attività dei volontari e il cofinanziamento.

Per quanto riguarda l’ambito sociale particolare attenzione verrà data ai progetti che dimostreranno un collegamento con i piani di zona dei servizi alla persona delle Usl di riferimento o con qualsiasi altra ricerca di settore che abbia definito i bisogni di un dato territorio e la scala delle priorità degli interventi. Saranno considerati prioritari i progetti che si occupano di minori, adolescenti e giovani, disabili e anziani, politiche di lotta alla povertà, per l’integrazione sociale e la famiglia, ambiente, prevenzione del disagio sociale: sport, cultura e tempo libero, attività sociale e sanitaria.

Sul fronte della formazione, invece, i criteri riguardano la finalità di fornire proposte qualificate e adeguate di formazione rivolte al volontariato, la scelta di valorizzare le esperienze già esistenti nell’ambito del volontariato organizzato, l’intenzione di favorire la messa in comune di tali esperienze nelle fasi di progettazione, organizzazione e realizzazione delle iniziative formative e la scelta di favorire e promuovere attività formative dislocate nel territorio della provincia.

Per scaricare il testo dei bandi e i formulari clicca qui

08 Luglio 2004

Dolomiti senza barriere

Fino all’11 luglio una manifestazione per l’accessibilità della montagna

Dolomiti senza barriere, associazione senza scopo di lucro che ha per obiettivo la promozione delle attività sportive e all’aria aperta delle persone con diversa abilità con particolare attenzione all’ambiente montano e ai relativi servizi e strutture, organizza No barriers/dolomiti, manifestazione in programma a Cortina fino all'11 luglio 2004. L’evento vuole essere un momento di confronto e di sensibilizzazione sui diversi aspetti della disabilità. Due gli appuntamenti di spicco della manifestazione. Un simposio di informazione e confronto e la scalata di tre atleti disabili americani alle Cinque Torri, uno dei luoghi di arrampicata più famosi al mondo.
Tra questi due eventi altre interessanti proposte: presentazioni multimediali, uno spettacolo, un concerto, le dimostrazioni e prove pratiche dell’utilizzo di ausili per le persone diversamente abili, gli spazi espositivi delle aziende specializzate.

Vai al sito di No Barriers Dolomiti


Novembre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 1 2 3

Volontariando

Volontariando

Vuoi fare volontariato?
Stai cercando volontari?

 

PROSEGUI >

Banca dati

Banca dati

Vuoi trovare l'associazione giusta per te?

 

CERCA >

CSVlog

CSVlog

Csvlog Belluno è il video-blog del Csv, da gennaio 2017 anche rubrica di Telebelluno Dolomiti

 

GUARDA >

Newsletter

CsvInforma

CsvInforma

È uscito il "CsvInforma" di luglio 2017!

 

LEGGI >

Csv... volontario anche tu!

Csv... volontario anche tu!

Hai tra i 12 ai 18 anni e vuoi mettere le tue qualità a disposizione degli altri? Allora All you need is vol!

 

SCOPRI >

Multimedia gallery

Multimedia gallery

Ecco le foto e i video del mondo del volontariato bellunese!

 

GUARDA >

Aiuta il Comitato!

Aiuta il Comitato!

Il Comitato d'Intesa può continuare a dare servizi e diffondere i valori del volontariato con donazioni, liberalità e lasciti

 

SOSTIENI >


Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un progetto provinciale per sostenere e consolidare la diffusione della figura di protezione giuridica introdotta dalla legge di riforma del Codice Civile n. 6 del gennaio 2004

 

Continua >

Sportello Sicurezza

Per aiutare le associazioni ad adeguarsi alla normativa, il Csv mette a disposizione delle associazioni lo Sportello di consulenza in materia di Sicurezza, sul lavoro e nel volontariato

 

Continua >

Csv... volontario anche tu!

"Csv... volontario anche tu!" vuole avvicinare i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 18 anni al mondo del volontariato promuovendo la partecipazione alla cittadinanza attiva e responsabile. Il progetto si svolge durante tutto l'anno.

 

Continua >

Laboratorio Inquadrati

Il laboratorio "Inquadrati" è un progetto di educazione all'immagine nato nel 2008, che negli anni si è dotato di un piccolo studio di produzione video con camcorder Hdv, postazione e programma di montaggio. Oggi si occupa di realizzare i Csvlog

 

Continua >