Il gruppo Salvataggio Anfibi Belluno entra in azione per mettere in salvo rane e rospi in occasione dell’annuale migrazione per la riproduzione. Il gruppo, attivo in provincia dal 2013, torna ad installare le barriere protettive e organizza turni di salvataggio quotidiani per far fronte alla massiccia migrazione di anfibi che si attende nei prossimi giorni, riversata in strada per raggiungere i luoghi di riproduzione.

 

L’esodo dovrebbe portare in movimento diverse migliaia di rospi e rane che, tornando nelle zone umide natie, dovranno attraversare strade trafficate mettendo così a rischio specie protette da leggi europee oltre che la sicurezza stradale. Sono attivi i siti di salvataggio in località Rasai di Seren del Grappa (via Montegge), Punta Trifina di Ponte nelle Alpi ed il nuovo in località Molinello di Lentiai.

 

LA PORTAVOCE

Particolare ringraziamento da parte del gruppo, la cui portavoce è Michela Zatta, «all’amministrazione Comunale di Lentiai e al Sindaco Armando Vello per la disponibilità nei confronti del gruppo e sensibilità verso un così importante tema ambientale fornendo il materiale per eseguire i lavori, oltre che al sindaco di Seren Dario Scopel per aver donato un chilometro di rete nuova e relative fascette di fissaggio e per sostenerci da quando è iniziata la nostra attività sul territorio. Infine un grazie anche al Comune di Ponte nelle Alpi e particolarmente la sede Anas di Belluno che, come per gli anni scorsi, ha predisposto una segnaletica di pericolo lungo il tratto stradale interessato dai salvataggi dei volontari». Sono attive una decina di persone per sito, il che vuol dire oltre trenta volontari impegnati nel territorio, ma in proporzione al numero di animali da salvare e agli interventi da fare non è sempre sufficiente. «C'è sempre bisogno di arruolare nuovi volontari che possano dedicare qualche ora del proprio tempo al lavoro di installazione, manutezione e trasporto anfibi».

 

AGGIORNAMENTI

Se per le strade delle Montegge e Punta Trifina il gruppo ha solcato il quinto anno di salvataggi, quest’anno si è avverato il sogno di aprire un nuovo sito in località Molinello di Lentiai, dove era nota da tempo la disastrosa situazione con decine di migliaia di anfibi schiacciati in strada. Sono in corso di installazione barriere che bloccheranno e convoglieranno gli anfibi nei tunnel sotto strada nel tratto di maggior affluenza riducendo notevolmente la perdita di animali ma anche garantendo maggior sicurezza stradale. «Auspichiamo di trovare nuove soluzioni per i prossimi anni che permettano di deviare gli anfibi verso nuovi luoghi di riproduzione vista la continua urbanizzazione che ha interessato l’area del laghetto». Al Molinello gli anfibi sono deviati sotto la sede stradale e ne sono già passati a diverse centinaia. Verranno apportate eventuali modifiche il prossimo anno affinché possano compiere la migrazione in autonomia senza la presenza di volontari in strada, data anche la pericolosità del luogo.

 

INFORMAZIONI E RECLUTAMENTO

328 9204968 (Michela Zatta - Lentiai e Seren del Grappa)

335 7291774 (Giuseppe Tormen - Ponte nelle Alpi)

grupposalvataggioanfibibelluno@gmail.com 



CsvInforma

Sfoglia, stampa e condividi il CsvInforma: lo puoi fare comodamente dal tuo pc o dal tuo smartphone!

Disponibile dal 2020.

Volontario anche tu!

Il programma "Csv... volontario anche tu!" vuole diffondere tra i giovani dai 16 ai 20 anni la cultura del volontariato.

SCOPRI >

Laboratorio Inquadrati

Scopri come organizzare laboratori di ripresa e montaggio video, di grafica e animazione. Puoi avere un incontro, proporre un progetto e chiedere un preventivo.

CONTINUA >

Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un servizio fondamentale per proteggere gli interessi (economici, sanitari, giuridici) delle persone fragili.

LEGGI >