*Un altro passo avanti nella Riforma del Terzo settore. Sono stati approvati mercoledì 28 giugno i decreti di attuazione della legge delega, in aggiunta ad altri due che hanno già ricevuto il via libera del Consiglio di Ministri: la Fondazione Italia sociale e il Servizio civile universale. Si completa il quadro approvando i decreti sul 5 per mille, l'impresa sociale e il nuovo Codice del Terzo settore.

 

Nei decreti approvati due settimane diventa ufficiale: al contrario di altri Centri sparsi sul territorio infatti, il Csv di Belluno non verrà accorpato secondo criteri demografici o di estensione territoriale. Potrà mantenere il suo presidio e continuare a erogare i suoi servizi in autonomia a sostegno del volontariato provinciale. Questo grazie al richiamo alla Legge Delrio sui comuni interamente montani e confinanti con Paesi stranieri, fortemente voluto dal Comitato d'Intesa.

 

I DECRETI APPROVATI

  1. Terzo settore
    Per la prima volta si definisce per legge cosa è "Terzo settore" indicando chiaramente quali enti e soggetti lo compongono.
  2. Registro unico
    Verrà pubblicato un unico Registro del Terzo settore, monitorato e gestito dalle Regioni ma su un’unica piattaforma nazionale.
  3. Dotazione finanziaria
    La legge ha una dotazione finanziaria di 190 milioni, per il 60 per cento dedicati a incentivi di carattere fiscale, mentre le altre risorse sono destinate a implementare il Registro nazionale, a sviluppare il Fondo per i progetti innovativi di queste organizzazioni, che nel primo anno avrà una dotazione di 65 milioni.

IMPRESA SOCIALE

Il decreto amplia i campi di attività delle imprese sociali allargandole a settori come il commercio equo, l’alloggio sociale, il microcredito, l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati e l’agricoltura sociale. Sarà possibile la distribuzione degli utili delle imprese sociali - parziale e limitata - a remunerazione cappata del capitale. Potranno partecipare sia soggetti del Terzo settore come anche soggetti profit, imprese o amministrazioni pubbliche. Si è varata infine una misura di incentivo agli investimenti analoga a quella già sperimentata per le start up innovative: chi investe 100 in queste imprese potrà riavere - grazie a deduzione o detrazione - il 30 delle risorse investite.
Importanti gli incentivi all’investimento di capitale per le nuove imprese sociali: il 30 per cento dell’investimento potrà essere fiscalmente deducibile o detraibile analogamente a come avviene oggi per le startup innovative tecnologiche. Nel mese di luglio prenderà altresi' avvio il Fondo di garanzia e per il credito agevolato dedicato proprio alle imprese sociali. Il Fondo ha una dotazione di 200 milioni.

 

5 PER MILLE

Le novità della riforma stanno in un meccanismo di erogazione più veloce, che tagli di netto i due anni oggi necessari per vedere le somme destinate dai contribuenti, in una diversa ripartizione delle risorse, e in un meccanismo di trasparenza per il quale i beneficiari dovranno rendere conto a tutti, trasmettendo informazioni sostanziali, come impiegheranno queste risorse loro date dal cittadino.

 

 

*da Vita.it


LE IMPRESSIONI DEL CSV DI BELLUNO

GIORGIO ZAMPIERI - presidente del Csv-Comitato d'Intesa di Belluno
È stato importante il confronto con le associazioni che rappresentano in vario mondo del volontariato. Molti pareri sono stati recepiti attraverso un dialogo diretto o ascoltando varie commissioni e comitati che si sono spesi alla ricerca di un senso comune. Gli interessi erano diversi e diversificati e certamente molte cose non sono state accolte proprio perché alcune componenti dei vari tavoli di lavoro non lo hanno consentito per legittime ancorché non sempre comprensibili motivazioni. Quindi è indubbiamente un compromesso, che ci si augura possa essere un punto di partenza per un percorso attuativo, considerando gli ulteriori passaggi futuri e quindi con possibili modifiche integrative prima che la Riforma diventi effettiva. Nel testo è contenuta anche la riorganizzazione dei Centri di Servizio. Se gli obiettivi attesi, auspicati, sollecitati, daranno quelle risposte necessarie che ci auguriamo, il volontariato bellunese è pronto ad accettare nuovi impegni e le difficoltà che come ogni innovazione comporta, con il sostegno del Csv e della buona volontà che contraddistingue la nostra comunità saprà, con rinnovata attenzione per i bisogni del territorio, far fronte.

 

NEVIO MENEGUZ - direttore del Csv di Belluno

La Riforma del Terzo settore è arrivata a un primo importante traguardo. Altri ne seguiranno per rendere matura e completa la nuova fisionomia di un settore sempre più importante e strategico nel nostro Paese, come quello degli enti del Terzo settore. In termini concreti le novità sono molte e avremo modo di approfondirle nel corso dei prossimi mesi, per renderle comprensibili ed evidenti a tutte le associazioni che fanno riferimento al Centro di servizio per il volontariato di Belluno. Una platea che, proprio in virtù della riforma, si amplierà moltissimo (anche se a Belluno non si sono mai fatte differenze di sorta rispetto alla tipologia di associazione). E cambierà la prospettiva attraverso cui i Csv dovranno guardare per la programmazione dei propri servizi. I destinatari non saranno infatti più, in prima battuta, gli enti del Terzo settore, ma i loro volontari, in qualsiasi organizzazione essi operino. Sarà poi determinante il supporto dei Csv nel governare i cambiamenti che saranno necessari per adeguare statuti, bilanci e atti amministrativi alla nuova linea nazionale. Anche sotto il profilo della formazione i Centri avranno un ruolo strategico fondamentale: sia per formare i propri operatori al cambiamento in atto, sia le associazioni sulla nuova impostazione normativa. Quindi porte aperte alle novità e nuova energia per una presa in carico ancora più inclusiva. Con una buona novità: la possibilità, fino a oggi impensabile, per i Csv di poter programmare attività e servizi con una prospettiva di risorse garantite per un periodo pluriennale e non più solo annuale.



CsvInforma

Sfoglia, stampa e condividi il CsvInforma: lo puoi fare comodamente dal tuo pc o dal tuo smartphone!

Disponibile dal 2020.

Volontario anche tu!

Il programma "Csv... volontario anche tu!" vuole diffondere tra i giovani dai 16 ai 20 anni la cultura del volontariato.

SCOPRI >

Laboratorio Inquadrati

Scopri come organizzare laboratori di ripresa e montaggio video, di grafica e animazione. Puoi avere un incontro, proporre un progetto e chiedere un preventivo.

CONTINUA >

Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un servizio fondamentale per proteggere gli interessi (economici, sanitari, giuridici) delle persone fragili.

LEGGI >