In evidenza

Box In evidenza - Homepage

Il 5 per mille al Comitato d'Intesa

È tempo di dichiarazione dei redditi, dove poter indicare l'ente a cui devolvere il proprio 5 per mille. Il Comitato d'Intesa è tra i beneficiari: per contribuire all'erogazione di importanti servizi quali lo STACCO, gli scambi europei, il Servizio civile e l'Amministrazione di sostegno, il codice fiscale da indicare è 93001500250.

 

Incontrarsi per comprendersi e combattere insieme la dipendenza da gioco d'azzardo patologico e problematico. L'esperienza maturata dal gruppo “Auto-aiuto gambling” dell'Acat Dolomiti Feltrine, progetto nato un anno e mezzo fa su idea del dottor Luigi Turco (psicologo e psicoterapeuta del Servizio dipendenze Ulss 2), ha permesso di conoscere una ventina di famiglie in tutto, all'interno delle quali c'erano persone che avevano bisogno di essere spronate a interrompere la loro dipendenza da gioco d'azzardo. Qualcuna di loro è già riuscita a smettere, uno in particolare ha terminato con successo il suo percorso di gruppo, e ad oggi sono 11 quelle che si incontrano ogni 15 giorni per condividere umori, malumori, sensazioni, sconfitte e traguardi dei singoli percorsi contro il problema - ancora troppo sommersa – del Gap. Tra di loro c'è chi lo ha già superato, ma che ha preferito continuare a partecipare agli incontri per non abbandonare la “famiglia” che si è creata.

Quello che manca infatti non sono i risultati, ma i partecipanti.
Per questo gli attuali componenti hanno deciso di fare un volantino da distribuire in tutta la provincia, ma anche oltre, per colpire la sensibilità dei giocatori più e meno consapevoli e attirarli tra loro, in modo da aiutarli a smettere così come alcuni di loro sono già riusciti a fare. Sulla facciata frontale spicca l'esortazione: «Se hai problemi con il gioco d'azzardo, chi ti può capire e aiutare è solo chi ha avuto i tuoi stessi problemi!». Un appello allargato a partecipare e a mettersi in gioco, per non giocarsi tutto. Perché l'unione fa la vera forza e perché la maggior parte dei componenti si è avvicinata al gruppo proprio grazie a volantini e giornali.

All'interno i partecipanti hanno scritto, in forma anonima, alcuni loro pensieri:

 

[...]«Quando sei stretto nella morsa del gioco non pensi ad altro e ti sembra impossibile riprendere una vita normale. Ma se ti trovi vicino persone che vivono la tua stessa angoscia ma sono riusciti a superarla, pensi che questa volta puoi farcela, anche con il loro aiuto».


«Dopo varie sedute sono contenta dell'aiuto che il gruppo mi dà e non potrei non continuare a frequentarlo».

«Mi trovo a mio agio con le persone nel gruppo e posso raccontare i miei problemi per trovare assieme una via d'uscita, anche per il bene della famiglia che non lo merita, e per me stesso per stare meglio e per vivere più sereno».

 

«Nel gruppo ci si può confrontare e raccontare i problemi senza avere il timore di essere giudicati, piuttosto capiti e consigliati per uscire dalla schiavitù del gioco».


«Partecipo al gruppo perché non voglio più far soffrire i miei cari, non voglio più essere assente per mio figlio, perché devo essere un esempio per lui!»

 

«Quando giochi ti diverti, ma quando è il gioco a controllarti, perdi il cuore, il cervello, la tua vita... Non giocarti tutto!».[...]

 

 

Per partecipare al gruppo è sufficiente prendere contatti con la conduttrice dottoressa Sara Sebben (3481424140) o inviare una mail a acatdolomitifeltrine@libero.it 



CsvInforma

Sfoglia, stampa e condividi il CsvInforma: lo puoi fare comodamente dal tuo pc o dal tuo smartphone!

SFOGLIA >

Volontario anche tu!

Il programma "Csv... volontario anche tu!" vuole diffondere tra i giovani dai 16 ai 20 anni la cultura del volontariato.

SCOPRI >

Laboratorio Inquadrati

Scopri come organizzare laboratori di ripresa e montaggio video, di grafica e animazione. Puoi avere un incontro, proporre un progetto e chiedere un preventivo.

CONTINUA >

Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un servizio fondamentale per proteggere gli interessi (economici, sanitari, giuridici) delle persone fragili.

LEGGI >