In evidenza

Box In evidenza - Homepage

Il 5 per mille al Comitato d'Intesa

È tempo di dichiarazione dei redditi, dove poter indicare l'ente a cui devolvere il proprio 5 per mille. Il Comitato d'Intesa è tra i beneficiari: per contribuire all'erogazione di importanti servizi quali lo STACCO, gli scambi europei, il Servizio civile e l'Amministrazione di sostegno, il codice fiscale da indicare è 93001500250.

 

Il volontariato bellunese segna una tappa fondamentale della sua lunga esistenza. Sabato 22 settembre verranno presentati i lavori di ristrutturazione della “Casa del volontariato” con la presentazione delle opere eseguite nella sede del Comitato d’Intesa in via del Piave 5 a Belluno.
L’edificio, concesso in comodato d’uso dal Comune di Belluno nel 1996, è stato oggetto in tutti questi anni di numerosi lavori di adeguamento e ristrutturazione per offrire spazi idonei ed adeguati alle molte associazioni di volontariato che oggi sono ospitate dalla struttura. Lavori durati una decina d’anni, che hanno comportato una lunga progettazione e soprattutto grandi oneri finanziari ai quali il Comitato d’Intesa ha potuto far fronte grazie a contributi soprattutto da parte della Fondazione Cariverona e alla Regione Veneto. Ma sono stati molti altri gli Enti pubblici e i mecenati privati che hanno permesso la ristrutturazione della casa in via del Piave, con una pianificazione per stralci in relazione alle risorse disponibili. I lavori sono stati seguiti dall’ architetto Alberto Alpago Novello e le opere di ammodernamento eseguite in un quadro di salvaguardia del valore storico dell’edificio in accordo con la Sovrintendenza.
Oggi la Casa del volontariato è quindi una realtà, l’edificio è stato reso accessibile in tutti i tre piani in cui si sviluppa e dà ospitalità a molte associazioni di volontariato bellunesi. Non solo: alcuni spazi al primo piano sono riservati al Centro di servizio per il volontariato, la struttura che opera a favore delle associazioni bellunesi, ma è stato ricavato anche un internet-point e una sala riunioni, a memoria di Renzo Stefano Mattei, mentre ai piani superiori è stata allestita una capiente sala per le conferenze (intitolata al primo presidente Valentino Del Fabbro), e due appartamenti, uno a servizio dei volontari del Servizio Civile e l’altro, domotizzato, per realizzare concretamente percorsi di autonomia per disabili fisici.
Un traguardo importante, quindi, non solo per il Comitato d’Intesa, che proprio quest’anno festeggia il suo trentennale di fondazione, ma per tutto il volontariato, la città e provincia di Belluno.

La cerimonia ufficiale di inaugurazione si svolgerà quindi sabato 22 settembre alle 10 nella sede di via del Piave 5 a Belluno.

Dopo il saluto del presidente del Comitato d’Intesa Giambattista Arrigoni, prenderanno la parola il sindaco di Belluno Antonio Prade e le altre autorità che interverranno alla cerimonia.
A sottolineare le varie fasi dei lavori saranno l’architetto Alberto Alpago Novello per le opere di ristrutturazione, Massimiliano Malavasi per la domotica e Beppe Porqueddu, presidente del Centro  Studi Prisma, per la filosofia degli interventi. Al termine il pubblico potrà visitare l’edificio ristrutturato e rendersi conto della mole dei lavori eseguiti e della distribuzione degli spazi a favore del volontariato della città di Belluno.



CsvInforma

Sfoglia, stampa e condividi il CsvInforma: lo puoi fare comodamente dal tuo pc o dal tuo smartphone!

SFOGLIA >

Volontario anche tu!

Il programma "Csv... volontario anche tu!" vuole diffondere tra i giovani dai 16 ai 20 anni la cultura del volontariato.

SCOPRI >

Laboratorio Inquadrati

Scopri come organizzare laboratori di ripresa e montaggio video, di grafica e animazione. Puoi avere un incontro, proporre un progetto e chiedere un preventivo.

CONTINUA >

Amministrazione di Sostegno

Lo sportello Amministrazione di Sostegno è un servizio fondamentale per proteggere gli interessi (economici, sanitari, giuridici) delle persone fragili.

LEGGI >